La rottura della punta della zanna dell’Elefantino che si trova a Roma in Piazza della Minerva ha fatto esplodere l’ira contro i deturpatori delle opere d’arte fino a chiedere misure più severe per la tutela del patrimonio artistico.

Analoga sensibilità non è stata espressa in occasione dell’abbattimento del 30% di un gruppo di 17 esemplari della rarissima specie, protetta, di Ibis eremita partita dall’Austria per svernare nella laguna di Orbetello.ibis-eremita

Ibis eremita è una specie rarissima e a rischio di estinzione le cui migrazioni vengono seguite e monitorate con il Gps. In poche settimane e cioè dall’apertura della caccia in avanti, lo stormo di 17 esemplari partito dall’Austria ha perduto 5 esemplari. Non per cause accidentali, ma per la disattenzione dei cacciatori che hanno scambiato il loro becco giallo e la larga apertura alare per qualche specie cacciabile o forse perché travolti dal raptus di sparatori a tutto campo.

Dopo l’abbattimento del quinto Ibis eremita nel giro di poche settimane, la Lipu ha chiesto l’interruzione della stagione venatoria con una lettera urgente ai ministeri dell’Ambiente, dell’Interno e ai prefetti delle 4 città italiane nelle cui provincie sono avvenuti gli abbattimenti. L’abbattimento di specie in estinzione equivale a tutti gli effetti allo sfregio delle opere d’arte: in entrambi i casi si perde una parte della storia dell’umanità che non è possibile riprodurre.

maroccoDell’Ibis eremita sopravvive solo una relitta e alquanto localizzata popolazione in Marocco di circa 500 esemplari, mentre la popolazione medio-orientale è probabilmente estinta.

Il progetto Life+ di reintroduzione dell’Ibis eremita in Europa, dopo la sua scomparsa avvenuta da circa 400 anni, prende il nome di “Reason for hope” è portato avanti dal team austriaco  Waldrapteam. Coinvolge otto paesi tra cui l’Italia con il Parco Natura Viva di Bussolengo. Vuole insegnare ad una popolazione di Ibis eremita nata in cattività, la migrazione in autonomia dall’Austria alla laguna di Orbetello. Doppiette italiane permettendo.