Per combattere l’invincibile STRESS QUOTIDIANO, abbiamo provato a fare un gioco

Abbinamenti, accostamenti, coppie:

  • una figura del mondo politico e il titolo di un film
  • o il brano di una canzone
  • o una frase a piacere.

Cercando di essere rigorosamente imparziali.

Il gioco, ovviamente, è aperto a tutti.

Eccone una prima serie:

smile-post

 

LEGA

Salvini: indovina chi viene a cena; fronte del porto.

Maroni: 50 sfumature di verde.

Bossi: affari di famiglia; dai diamanti non nasce niente.

CINQUE STELLE

Grillo: oggi le comiche

Di Maio: gioventù bruciata;

Toninelli: la peggio gioventù; 2019, odissea nello strazio.

Di Battista: non lo chiameremo Ernesto.

Bonafede: il buio prima della siepe.

Fico: Camera senza vista.

V.Raggi: vacanze romane; Roma città aperta.

FRATELLI D’ITALIA

La Russa: i vitelloni.

    G.Meloni: i soliti sospetti.

FORZA ITALIA

Berlusconi: i peggiori anni della nostra vita; B, l’orgia del potere.

Brunetta: furore.

Scaiola: l’appartamento.

Dell’Utri: il silenzio degli innocenti.

Carfagna: la preferita.

    Gasparri: jurassic park.

    G.Letta: delicatessen.

ARTICOLO UNO

D’Alema: la carica dei 101 (diciamo).

  Speranza: è l’ultima a morire.

Bersani: fin che c’è ditta c’è Speranza.

Grasso: eravamo 4 amici al bar.

Errani: amarcord.

FUTURA

  Boldrini: la signora è scomparsa.

SINISTRA ITALIANA

Fratoianni: sprofondo rosso.

Cofferati: c’era una volta in Bologna.

Vendola: figlioli miei, marxisti immaginari.

PARTITO DEMOCRATICO

Zingaretti: balla coi lupi.

        Martina: sogni proibiti.

        Minniti: shampoo.

         Cuperlo: a qualcuno piace freddo.

        Orfini: non salvate il soldato Ryan.

         Zanda: è un Paese per vecchi.

         V.Fedeli: la laureata.

Renzi: onora il padre e la madre; tutti a casa.

M.E.Boschi: via col vinto.

    Madia: non saranno famosi.

Franceschini: il Gattopardo.

    Fassino: la sottile linea rossa.

    Giachetti: vengo anch’io!

        Lotti: tutti gli uomini del Presidente.

Delrio: comunquemente.

Veltroni: guai ai finti!

E.Letta: sereno variabile.

Gentiloni: il grande sonno.

    G.Sala: miracolo a Milano.

Napolitano: vacanze ai Monti.

Marini: ieri, oggi, domani.

Bindi: Rosy per sempre.

CENTRISTI PER L’EUROPA

Casini: Zelig.

 INDIPENDENTI (più o meno)

Conte: i soliti ignoti

Tria: con quella faccia un po’ così; “batti lei Filini”.

Landini: ombre rosse; la classe operaia va  in paradiso.

Prodi: sul ponte dei sospiri.

C’ERANO UNA VOLTA (?)

Alfano: quid, quod, quad.

Bertinotti: 4 giacche di velluto grigio.

De Mita: mi spezzo, ma non mi spiego.

Di Pietro: chi ha incastrato Roger Rabbit?

Fini: casa, dolce casa; una moglie.

Formigoni: la messa è finita; catene.

Occhetto: novecento.

Mastella: il Signore dei tranelli.

Monti: un borghese piccolo piccolo.

Rutelli: Palombelli rosa.

Tremonti: viale del tramonto.