Cosa sta cercando la FDA nelle aromatiche più amate d’America e nell’avocado? Batteri pericolosi come Salmonella, Listeria, E. coli. Come evitarli

Basilico, avocado, prezzemolo e coriandolo (o prezzemolo cinese) essendo consumati freschi (in insalate, primi e secondi piatti)  possono contenere pericolosi batteri. Alcuni, come la Listeria, possono proliferare anche al freddo, nel nostro frigorifero ad esempio.

Favoriti, nell’avocado, anche dall’elevato contenuto in umidità e dal ph non acido. Avocado vuol dire tagliato fresco, refrigerato e congelato,  confezionato o guacamole. avocado e guacamole

Focolai e ricoveri negli States

In un decennio, dal 1996 al 2015,  basilico, prezzemolo e coriandolo hanno provocato:

  • 9 focolai
  • 2.699 malattie
  • 84 ricoveri.

Invece l’avocado:

12 focolai (Salmonella, E.coli) all’origine di 523 malattie, 23 ricoveri.

Le analisi della Fda

Fda ha avviato nell’autunno 2017 una serie di test su campioni sia prodotti negli States sia importati. Cosa ha trovato sinora? Piccole percentuali di  contaminazione da batteri. 

Ma  approfondirà le  indagini su altri 1.600 campioni.  Obiettivo, rafforzare i sistemi di controllo e allerta in caso di contaminazione.

Cosa ci interessa sapere?

  •  il rischio reale per la salute umana dipende dal livello di contaminazione.
  • le persone sane possono mangiare cibo leggermente contaminato senza ammalarsi.
  • ma nessuna contaminazione è legale nei prodotti freschi.
  • il lavaggio  può ridurre la contaminazione batterica,  ma non la elimina del tutto.

Basilico, avocado e aromatiche, che fare?

Evitare certi errori, che valgono per tutte le verdure fresche, in queste fasi:

  • acquisto
  • conservazione
  • separazione da altri prodotti
  • lavaggio
  • con prodotti pre-lavati

Lo spiega in dettaglio Epicentro per Listeria e per Salmonella

Lo divulga in un video la Fda: