Mega-ricerca su oltre 400 mila persone nel mondo

Meno carboidrati per perdere peso?

Una riduzione drastica aumenta il rischio di morte prematura.

Mangiare carboidrati con moderazione sembra la scelta ottimale

  • per la salute
  • e la longevità.

È la conclusione di una ricerca a lungo termine pubblicata sulla rivista Lancet Public Health   

Qual è la dose ideale quotidiana di carboidrati?

Secondo i ricercatori, trarre il 50-55% dell’energia da carboidrati significa il più basso rischio di mortalità.

Più a rischio sono le persone che ricavano

  •   meno del 40% dell’energia dai carboidrati: poco
  •  oltre il 70%: troppo.

Lo studio Atherosclerosis Risk in Communities Study ha analizzato i dati

  • di oltre 15.400 persone negli Usa
  • oltre 400mila persone in circa 20 paesi (seconda fase dello studio)
  • età  fra i 45 e i 64 anni
  • seguiti per 25 anni.

In pratica, a partire dai 50 anni l’aspettativa media di vita è  di quattro anni in più per chi rispetta la regola del né troppo, né poco.

Attenzione alle diete iperproteiche    pasta

Anche il tipo di dieta influenza la longevità, secondo i ricercatori.

Diete ‘low carb’ , ma iperproteiche che rimpiazzano i carboidrati con proteine o grassi sono sempre più trendy.

Ma i dati suggeriscono che:

  • diete low carb associate a cibi animali possono essere associate a una minore aspettativa di vita.
  • al contrario sostituendo i carboidrati con grassi e proteine vegetali si allunga  la salute a lungo termine.

E al tipo di proteine da abbinare

I ricercatori, inoltre confermano

  • mortalità più elevata tra chi segue diete a basso contenuto di carboidrati ed elevate quantità di proteine animali come agnello, manzo, maiale e pollo
  • mortalità più bassa in chi privilegia le proteine di origine vegetale come verdure, semi e noci.