Strano, ma vero.  Materie prime destinate a settori che tirano anzi impennano, come salute e benessere, seguivano regole un po’ vecchiotte

Officinali, nuova legge: un Testo Unico. Sostituisce regole un po’ datate come un decreto Regio del 1931 e altre norme degli anni quaranta…

Cosa dice?

CHI sono? Anche alghe, licheni e funghi…

La nuova legge dice che sono officinali  le piante

  • medicinali
  • aromatiche
  • da profumo
  • le alghe
  • i funghi macroscopici
  • i licheni destinati agli stessi usi.

COME vengono lavorate rosmarino

Le attività di prima trasformazione in azienda sono quelle di

  • lavaggio,
  • defoliazione,
  • cernita, essiccazione,
  • taglio 
  • estrazione di olii essenziali da piante fresche direttamente in azienda agricola.

NON servono autorizzazioni

Non occorre alcuna autorizzazione per

  • coltivazione
  • raccolta
  • prima trasformazione delle piante officinali

Sono considerate a tutti gli effetti attività agricole.

Marchi di qualità anche per le officinali

Le Regioni possono istituire marchi finalizzati a certificare il rispetto di standard di qualità nella filiera delle piante officinali.

Raccolta spontanea, ma non troppo

Raccolta spontanea sì, ma:

  • evitando il depauperamento delle aree a questa destinate
  • favorendo una maggiore conoscenza delle stesse zone, delle piante e dell’ambiente in cui si sviluppano.

 

Officinali, qualche numero made in Italy piante officinali

  • oltre 3 mila ettari coltivati
  • produzione di circa 3.600 tonnellate
  • valore superiore ai 9 milioni di euro
  • addetti circa 1.000 nelle diverse fasi della filiera 
  • oltre 2.000 marchi commerciali.