È l’invito del Parlamento europeo. Tante malattie potrebbero essere curate dalla Cannabis terapeutica

Più ricerca sulla Cannabis a uso medico.

Premete l’acceleratore, please. L’invito è in una risoluzione del Parlamento europeo del 13 febbraio scorso.

Quattro raccomandazioni per Commissione europea e Stati membri:

  • rafforzare la ricerca scientifica sulla Cannabis medica e stimolare l’innovazione
  • sfruttare il potenziale dei farmaci a base di cannabis
  • distinguere in modo chiaro tra uso medico e altri usi della cannabis
  • finanziare adeguatamente la ricerca rimuovendo gli ostacoli normativi, finanziari e culturali e promuovendo una maggiore conoscenza della cannabis medica tra i medici.

Cannabis come terapia: i beneficiricerca cannabis terapeutica

Secondo i deputati ci sono prove che la cannabis o i cannabinoidi possono essere efficaci nei seguenti casi.

 Farmaci a base di Cannabis: quali vantaggi?

  • ulteriori entrate per le autorità pubbliche,
  • limitare il mercato nero
  • garantire un’etichettatura accurata e di qualità
  • limitare l’accesso dei minorenni a questa sostanza.

 Cannabis e ricerca in Europa: il punto dei parlamentari europei

  • gli Stati membri dell’UE differiscono ampiamente nella legislazione sulla cannabis, compresa  quella a fini medici, es sui livelli massimi consentiti di THC e CBD. Ciò può creare difficoltà ai paesi che applicano un approccio più prudente;
  • nessuno Stato membro dell’UE autorizza il fumo di cannabis a fini medici o consente la coltivazione domestica di cannabis a fini medici;
  • il panorama politico per la cannabis terapeutica si sta evolvendo nell’UE e in tutto il mondo;
  • esistono ancora incomprensioni anche tra le amministrazioni nazionali: la legalizzazione della cannabis per uso ricreativo spesso viene confusa con l’accesso legale alla cannabis terapeutica. Il problema esiste anche in Italia dove la Cannabis terapeutica è autorizzata.  
  • l’uso della cannabis in generale può avere un effetto di dipendenza ed è responsabile di significativi problemi sociali e sanitari. Perciò è ancora necessaria la prevenzione delle dipendenze e il controllo delle pratiche illegali
  • negli Stati membri dell’UE sono disponibili poche o inesistenti informazioni affidabili per il personale medico (studenti di medicina, medici e farmacisti, psichiatri e così via) sull’impatto dei prodotti a base di THC e CBD; mancano anche informazioni e avvisi per i giovani e le donne in maternità.

Via libera ai medici cannabis

I deputati chiedono agli Stati membri di consentire ai medici di usare il loro giudizio professionale sulla prescrizione di medicinali a base di cannabis. Quando sono efficaci, questi farmaci devono essere coperti dagli schemi di assicurazione sanitaria allo stesso modo di altri tipi di farmaci.